jazzconvention

Lia Passadori: Jazz Convention (ITA)

Quello dei Soni Sfardati è un disco pieno di suggestioni ed echi di culture diverse che si mescolano nella ricerca di un’originale identità musicale. La Sicilia, la Spagna e il mondo arabo si intrecciano in questo percorso sonoro dove a guidarci per mano è la voce di Gaia Mattiuzzi, ultimo acquisto della formazione. Cangiante, lirica, tesa e graffiante, la sua interpretazione mostra grande padronanza della voce, che esplora in tutte le sue possibilità completando con raffinatezza il dialogo tra batteria e chitarra. I loop della chitarra di Enrico Cassia sono l’elemento fondante su cui si sviluppa questo dialogo, meditato ma anche estemporaneo, attraverso una reiterazione sonora che diventa mistica e che rimane come cifra stilistica della formazione.
Il risultato è un album coraggioso e autentico, che affronta stili variegati e ci riporta un universo sonoro di contaminazioni e sapori mediterranei, antichi e contemporanei, il tutto condito dal retrogusto di un jazz moderno e intelligente. Le distorsioni e i loop inoltre conferiscono a questa musica un tratto rock, e il frutto di questa mescolanza è l’inedita idea musicale dei Soni Sfardati, che riflettono sulle proprie radici ma guardando anche al futuro con brillanti intuizioni sonore.

http://www.jazzconvention.net/index.php?option=com_content&view=article&id=2221:soni-sfardati-saqiya&catid=2:recensioni&Itemid=11

Facebook Twitter Email

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *